scelta

8 MINUTI PER CAMBIARE IDEA…

3

8 minuti per cambiare idea… (sul mondo della cosmesi industriale!) potrebbero sembrare troppi o troppo pochi per poter cambiare idea su qualcosa, eppure vi assicuro che questo è il tempo che ho impiegato per aprire gli occhi, per capire cosa si nascondeva dietro i colossi della cosmesi industriale e a quali rischi è sottoposta la nostra salute!

Il video, della durata appunto di 8 minuti, di cui parlo nel primo articolo che ho scritto per il Blog “Maestraemamma”, spiega chiaramente non solo gli interessi che si nascondono dietro il business della cosmesi industriale, ma anche di come nessuno si preoccupi di tutelarci, senza paura di citare marchi molto famosi. Mi sono detta: “se siamo arrivati al punto in cui bisogna firmare una petizione per chiedere che la crema più venduta al mondo non contenga petrolati, forse è meglio che inizi a tutelarmi da sola!”

Quanto ai prodotti per bambini poi, ci sarebbe da aprire un capitolo a parte. Non ho ancora capito come mai nelle pubblicità non ce li mostrino in una bella vasca di petrolio, anziché contenti e felici di essere puliti con oli e bagnoschiuma il cui ingrediente principale è il Paraffinum Liquidum.

Evidentemente la parola etica ha un significato sconosciuto alla gran parte delle aziende in commercio, visto che il loro obiettivo non sembra tanto il nostro benessere, quanto il loro guadagno a qualsiasi costo, persino sulla pelle-è proprio il caso di dire-dei bambini!

Ogni giorno milioni di persone di tutte le età, donne in particolare anche se il numero di uomini è in costante aumento, usano cosmetici di bellezza sotto varie forme.

L’industria cosmetica assicura che le sostanze chimiche tossiche contenute nei cosmetici di cui facciamo uso regolarmente – perché ci sono e sui prodotti “le trovate scritte”- sono in quantità così minima da essere innocue.

Innocue, forse, se le spalmassimo una volta l’anno ma sono usate e combinate con altre diverse volte AL GIORNO, visto che si trovano ovunque: dal dentifricio allo shampoo alle creme viso e corpo!

L’ EWG (Environmental Working Group) americano ha calcolato che:

  • su 7500 prodotti in commercio solo 28 sono stati testati per la loro sicurezza;
  • uno ogni 120 contiene una sostanza cancerogena;
  • un terzo dei prodotti contiene almeno una sostanza classificata come potenzialmente cancerogena.

Come possiamo tutelarci?

Scegliendo in  modo consapevole, imparando a riconoscere dall’INCI le sostanze nocive contenute nei prodotti di uso quotidiano e facendo pulizia nei nostri bagni dei prodotti tossici presenti! Quando ho aperto gli occhi io ho buttato di tutto: dal bagnoschiuma al dentifricio, dalla crema corpo a quella per il viso. Non mi piace lo spreco, ma è stato il prezzo da pagare per anni di acquisti inconsapevoli.

Vi auguro una buona lettura e aspetto i vostri feedback, se vi farà piacere inviarmeli!

A presto,

Caterina

Link al video “Biotiful – La storia dei cosmetici”

Per approfondire visita il mio sito www.frescobenessere.com

    • Tina D
    • 11/07/2015
    Rispondi

    Grazie Caterina per quest’articolo interessantissimo e per il link del Biodizionario. Ho usato per anni prodotti cosmetici di una nota marca francese ma e’ da un po’ che sto cominciando a prestare attenzione agli ingredienti, cosa non facilissima..
    Ho avuto la fortuna di provare alcuni dei prodotti freschi e naturali al 100% che tu mi hai consigliato quest’estate, debbo dire che la pelle ‘sente’ la differenza, finalmente posso stare tranquilla ed usare prodotti bio senza preoccuparmi delle sostanza tossiche!

    • Grazie a te Tina, sono proprio le riflessioni come le tue a darmi nuovi spunti per informarmi e informarvi ulteriormente… Caterina

  1. Pingback: Il linguaggio segreto dell’INCI - prima parte - Eticovegano.com Blog

    • nastia
    • 02/23/2017
    Rispondi

    Caterina
    ti ringrazio per il tuo prezioso contributo. Diffondere l’importanza di una cosmesi consapevole, informare e formare sono gesti d’amore verso il prossimo e di rispetto verso l’ambiente, unica vera eredità per i nostri figli. Grazie
    Nastia

SCRIVI UN COMMENTO

Caterina Cariello

Admin

"Ogni cosa che puoi immaginare la natura l'ha già creata" A.E.

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Categorie

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE